di W. Shakespeare

Adattamento e regia di Carla Totola

 

Un testo notissimo per uno spettacolo che offre molte prospettive diverse.

E’ una versione giovane e dinamica, incentrata su magie e incantesimi operati da fate e dispettosi folletti che scompigliano la vita di due coppie di innamorati. Fortunatamente, dopo varie disavventure, Oberon, re delle fate, interviene ordinando a Puck, folletto  monello, di far addormentare i quattro giovani e di rimuovere un incantesimo.

La favola si conclude con il matrimonio dei quattro innamorati che riportano pace e serenità.

 

Regia di Carla Totola